Google+ L'Empire State Building compie 80 anni - Sgrevi S.r.l.

Il grattacielo più alto di New York e icona della Grande Mela compie 80 anni. Straordinario e unico, l’Empire State Building è il simbolo americano degli anni ’30. Disegnato in sole due settimane dall’architetto William Lamb, nel 1930 iniziarono i lavori di quella che divenne la costruzione più alta del mondo, rubando il primato alla Torre Eiffel.
Fu eretto in soli 14 mesi con il sudore di 3400 operai, per un costo all’epoca di circa 41000 dollari.

Inaugurato il primo maggio del 1931, con i suoi 102 piani, 443 metri di altezza, 73 ascensori e 6500 finestre, l’Empire detenne da subito il primato in termini di altezza e di eleganza; ma il vero successo dell’edificio, situato sulla mitica Fifth Avenue, furono le terrazze panoramiche aperte al pubblico che ancora oggi regalano le vedute più straordinarie di Manhattan.

Nel 1933 l’Empire divenne celebre grazie alle famosissime scene del mitico film “King-Kong”. Purtroppo fu anche protagonista, nel 1945, di un triste incidente aereo in cui un caccia bombardiere si schiantò all’altezza del 78° piano.

L’ Empire State Building è oggi un “palazzo verde” che si serve al 100% di energia rinnovabile. Negli ultimi due anni il grattacielo è stato modernizzato, con un budget di 550 milioni di dollari, in modo da ridurre le emissioni di carbonio per il suo funzionamento.
Oggi nei suoi uffici lavorano oltre 21000 persone e la notte si illumina di colori diversi.